Come Mantenere Motivato Un Collaboratore

Written by Roberto

Topics: Formazione, Motivazione

Collaboratori MotivatiPuò capitare che un periodo di appannamento faccia flettere lo spirito di un collaboratore. Cosa fare per mantenelo motivato?

Le cause…

Da sportivo posso dirti che la motivazione – quella spinta dinamica all’azione – non può essere tenuta sempre ad alti livelli. E’ fisiologico che ci sia un calo è fisiologico che il corpo e la mente si riposino altrimenti sarebbe come pompare adrenalina al cuore fino a farlo scoppiare. Possono essere molti i fattori che spengono la motivazione dei collaboratori e di conseguenza di tutta la squadra. Un obiettivo mancato, le aspettative troppo alte, una serie di no che piegano anche il guerriero più indomito o semplicemente la stanchezza. Tutto questo erode la mente, fiacca lo spirtito. E’ compito del leader  tenere il polso della sua squadra e sopratutto è compito del leader reagire rapidamente evitando una reazione a catena e un disastro a ricaduta libera.

…La cura: riportarlo sui suoi passi vincenti.

Devi semplicemente riportarlo sui suoi passi vincenti. Come ho scritto qualche riga sopra sono le azioni inconcludenti che demotivano perché non portano risultati. Ogni Networker ha una routine quotidiana che gli indica quali sono i suoi passi vincenti. Quando toglie, modifica o addirittura stravolge la quotidianità si allontana dalla routine e ottiene solo un carico maggiore di stress che lentamente diminuisce la motivazione.

Tre azioni per (ri)-motivarlo.

Chiariamo un punto. Non pensare che motivare qualcuno significhi pomparlo fino a farlo diventare una scimmia urlatrice! La motivazione è quell’energia positiva che nasce dalla soddisfazione e dalla gratificazione di fare qualcosa che piace, e partendo da questo concetto ecco tre azioni che possono motivare di nuovo il tuo collaboratore:

#1 Semplifica la giornata: fai un controllo insieme a lui di cosa fa durante la giornata. Vedrai dalla sua agenda che la tendenza è accentrare e ricoprire tutti i ruoli. Riportalo alle origini con le due azioni fondamentali: Fare contatti, fare follow up.

#2 Delegare e coinvolgere i leader del suo team: Cosa può delegare dei suoi compiti?, quali sono i leader del suo team che possono svolgere alcune mansioni? Ridistribuisci i compiti nella squadra, vedrai che un maggiore coinvolgimento darà nuove energie a tutto il team.

#3 Partecipare ad eventi e meeeting: La nostra professione ha questo di bello che le persone hanno voglia di trasmettere la loro allegria e dove puoi trovare un bel concentrato di persone positive e soddisfatte? Ad un meeting! Sai, spesso si è talmente concentrati sugli obiettivi che si dimentica quanto ci si possa divertire ad un evento.

E’ importante che tutto sia finalizzato non a riempire la giornata di cose da fare, riempire la vita fino a non avere un minuto per godersela. Alla fine il segreto è riportare il tuo collaboratore a migliorare la qualità del suo business. Deve essere lui ad avere un business e non che sia il business a possederlo. Poche azioni, importanti e fatte con passione.

 

Se hai trovato interessante e utile il post lascia un commento e condividilo. Fai girare la voce!

 

Image courtesy of tungphoto at FreeDigitalPhotos.net

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
The following two tabs change content below.

Roberto

Mi chiamo Roberto sono un Blogger e Networker. Aiuto le persone a realizzare un guadagno part time o full time con un progetto di network marketing. Ho creato questo blog per condividere risultati strategie ed esperienze personali di questa splendida professione.

Lascia un Commento E' la tua occasione per farti sentire!